Sentiero Europeo E1

Dettaglio

Il Sentiero Europeo E1 è un percorso per gli amanti del trekking che unisce Capo Nord, in Norvegia, a Capo Passero in Sicilia, attraversando l’intero continente per una lunghezza complessiva di 7000 Km. Una sfida per veri camminatori oppure un percorso modulabile per regioni, in base al proprio grado di allenamento e ai propri interessi.

Scopriamo insieme il tratto siciliano del Sentiero Europeo E1, vero finis terrae da raggiungere a passo lento, godendosi un paesaggio che attraversa monti, riserve, vallate e borghi sul mare.

Il Sentiero Europeo E1 in Sicilia parte dalla dorsale dei Monti Nebrodi, in provincia di Messina e, snodandosi tra boschi e gole carsiche con siti naturalistici di grande pregio, raggiunge in 16 tappe l’affascinante località di Isola delle Correnti, a Portopalo di Capo Passero, in provincia di Siracusa.

Si parte da Messina, tappa iniziale del tratto siculo del Sentiero E1, con l’attraversamento del Parco dei Nebrodi e la sosta presso il Rifugio Maressa e il Laghetto di Posto Leoni (o Postoleone), oasi naturalistica nel Comune di Santa Lucia del Mela (ME), borgo medievale con omonimo castello.

La tappa di Fondachelli-Fantina (ME) consente un’escursione naturalistica sulla Dorsale Peloritana, antica trazzera di circa 70 Km che termina ai piedi dell’imponente cima di Rocca di Salvatesta.

La quarta tappa lungo il Sentiero Europeo E1 ci porta al centro della Riserva Naturalistica Bosco di Malabotta, un eden nel territorio di Montalbano Elicona (ME). Da non perdere una visita al centro storico, gioiello medievale tra I Borghi più Belli d’Italia. Parte del Comune di Malvagna (ME) rientra nella medesima riserva e offre la visita al Convento dei Frati Minori e alla Cuba di Malvagna, una delle tipiche “cube” bizantine in Sicilia.

Raggiungiamo le pendici dell’Etna e la Faglia di Pernicana, tra i siti geologici da visitare intorno a Linguaglossa (ME), sesta tappa del Sentiero Europeo E1 in Sicilia, ricca di chiese del Cinque e Settecento e parte della storica Ferrovia Circumetnea.

Proseguiamo il nostro itinerario sul Sentiero Europeo E1 incrociando la cosiddetta “Perla dei Nebrodi”. Sinagra (ME), sede di un importante castello medievale che fu dimora degli Altavilla, famosa per la produzione di nocciole.

Ottava tappa lungo il Sentiero E1, Nicolosi. Non a caso detta la “Porta dell’Etna”, ci introduce alla provincia di Catania con lo scenario naturalistico dei Monti Rossi, i Crateri Silvestri del Monte Etna e la Funivia che conduce dritti in cima al vulcano più alto d’Europa.

Da Nicolosi a Catania il passo è relativamente breve ed esige una sosta alla scoperta della “Città Etnea” per antonomasia e di u Liotru (la Fontana dell’Elefante, simbolo cittadino). Catania è un gioiello del Barocco in pietra lavica, oltre che città natale del compositore Vincenzo Bellini.

Decima e undicesima tappa del Sentiero Europeo E1 in Sicilia sono Carlentini e Ferla, in provincia di Siracusa. La prima località, nei pressi del Lago di Lentini, è famosa per le pregiate Arance Rosse di Sicilia e la Chiesa Rupestre del Crocifisso; la seconda, tra I Borghi più Belli d’Italia, è una perla del Barocco Siciliano, famosa per le chiese e per l’imperdibile Parco Archeologico delle Necropoli Rupestri di Pantalica.

Proseguendo, incontriamo Palazzolo Acreide (SR), parte del circuito UNESCO “Città Barocche della Val di Noto”, sui Monti Iblei. Straordinarie le chiese e i palazzi nobiliari del centro, oltre ai resti archeologici dell’antica Akrai, col monumentale Teatro Greco e i colossi in pietra noti come “I Santoni”, parte del Santuario Rupestre dedicato al misterioso culto della Magna Mater.

Il Sentiero Europeo E1 in Sicilia prosegue lungo la “Valle del Barocco” passando per Canicattini Bagni (SR), dove visitare il Museo TEMPO, dedicato all’arte tradizionale del tessuto, e il sito rupestre dell’Ipogeo Ebraico di Cugno Case Vecchie.

Tappa numero 14 del Sentiero Europeo E1 è la splendida “Perla del Barocco Siciliano”, la città di Noto (SR). Rifondata nel ‘700 dopo il terribile terremoto che la distrusse è oggi Patrimonio UNESCO per lo sfarzo delle chiese, dei palazzi e degli elementi architettonici che ne impreziosiscono il centro storico.

Penultima fermata prima di immergersi letteralmente in mare, Pachino (SR), patria dell’omonimo Pomodoro Ciliegino IGP, che ci regala la magia del celebre borgo di marinai di Marzamemi, un incanto dipinto di blu.

Hai percorso tutto il Sentiero Europeo E1 partendo dalla Norvegia? Meriti un tuffo cristallino nel punto d’arrivo di questo lunghissimo sentiero continentale. L’Isola delle Correnti, a Portopalo di Capo Passero (SR), ti aspetta col suo paradiso naturalistico di flora e fauna marina.

Web map regionale dei sentieri e dei percorsi per la mobilità dolce realizzata dal LabGis Osservatorio Turistico della Regione Sicilia, in collaborazione con FIAB Sicilia e CAI Sicilia.

Condividi questo contenuto!

LOCALIZZAZIONE

DURATA

Distanza

153 KM

Difficoltà

Alta

Stagioni

Categorie

NEI DINTORNI

  • La Via dei Castelli dell’Etna

    La Via dei Castelli dell’Etna è un itinerario d’arte, storia, bellezze paesaggistiche e tradizioni. I protagonisti sono i dieci Castelli che [...]

  • Ippovia sui Nebrodi

    Quando si parla di Sicilia, si pensa subito al mare, all'estate, al caldo. Ma l'isola più grande del Mediterraneo offre [...]

  • Itinerario tra i luoghi del cinema in Sicilia

    Gli itinerari dedicati al cineturismo in Sicilia rappresentano un modo davvero originale di scoprire le bellezze di una regione che [...]