Avola

Dettaglio

Prima di immergerci nella bellezza rinascimentale di Avola, digitiamo queste cinque lettere su Google Maps. Incredibile, vero? Adesso siamo pronti a visitare la città esagonale

La sua posizione è particolarmente fortunata. Si affaccia sulla costa ionica, a metà strada tra Siracusa e Portopalo di Capo Passero, con la suggestiva Isola delle Correnti. Punto d’appoggio semplicemente perfetto, se non vogliamo rinunciare a una vacanza di sole e mare ma neppure a un bagno d’arte, tuffandoci a capofitto tra le città tardo barocche del Val di Noto.

Dicevamo città esagonale, e in effetti la pianta della nuova Avola, ricostruita a seguito del celeberrimo terremoto, si presenta in perfetta forma geometrica con all’interno una rete di strade ortogonali. Le due vie principali sono Corso Vittorio Emanuele e Corso Garibaldi.

Dal loro incontro prende vita “a ciazza”, la bellissima e ariosa Piazza Umberto I, caratterizzata dalla croce che divide il cuore della città in quartini. Godiamoci l’atmosfera, magari seduti al tavolino di un bar, concedendoci un’ottima granita.

Sulla piazza si affaccia la Chiesa Madre di S. Sebastiano. Ammirarne la facciata cosiddetta a torre, è un po’ come pregustare tutti gli edifici sacri del Val di Noto eretti in gusto tardo barocco dopo il 1693.  

Alle estremità della croce formata dalle due strade principali, ci sono altre quattro piazze. In ognuna di essa, non perdiamo l’occasione di visitare le chiese e i principali edifici storici della città.

Puntando la “testa” della croce, in direzione opposta al mare, ci ritroviamo in Piazza Vittorio Veneto. Viene soprannominata “Piazza Tre Leoni” per la splendida fontana nella quale si specchiano tre leoni maestosi, proprio di fronte all’obelisco innalzato per commemorare i caduti della prima guerra mondiale. Sulla piazza si affaccia, nella sua semplicità austera, la Chiesa di S. Antonio da Padova

Procediamo in senso orario e raggiungiamo Piazza Regina Elena, dove visitiamo la Chiesa di Sant’Antonio Abate. Nelle vicinanze si trova un altro gioiello dell’arte barocca siciliana: è la Chiesa della Santissima Annunziata o Badia. Prima di proseguire il tour delle piazze, visitiamo il Vecchio Mercato

L’ edificio neoclassico si presenta ricco di archi, con lo stemma della città raffigurato nella trabeazione e dodici medaglioni in altorilievo sulle pareti esterne, che raffigurano  prodotti in vendita nelle botteghe. Anticamente costruito nell’orto del Monastero delle Benedettine, oggi ospita la Biblioteca Comunale. 

A Piazza Trieste ci attende la Chiesa di San Giovanni Battista. Varchiamo la soglia e lo stupore ci lascia senza parole. L’interno è raffinatamente decorato con motivi neoclassici bianchi e azzurri, mentre sopra il portone centrale troviamo un magnifico organo, costruito nel 1866 in stile neogotico e superbamente conservato.

Completiamo il nostro giro con Piazza Teatro, dominata dal magnifico Teatro Garibaldi. La sua eleganza è data dall’inconfondibile candore mielato della pietra iblea. Visitiamo l’interno e ammiriamo la volta che sormonta la platea a ferro di cavallo: la raffigurazione delle Muse che danzano, del pittore Gregorio Scalia, è una gioia per gli occhi. Sulla piazza, proprio a fianco del Teatro, si affaccia la Chiesa di Santa Venera, dedicata alla Patrona della città.   

Il giro nel centro storico è finito. È il momento di dirigerci verso la costa. Prima di raggiungere il litorale, facciamo tappa al Museo della Mandorla: immerso tra alberi di limoni e vitigni di nero d’Avola, canna da zucchero ed alberi di mandorle, ci racconta la storia delle tradizioni che hanno reso Avola un orgoglio siciliano, rinomata in tutto il mondo. Dalla pregiata mandorla pizzuta al Nero d’Avola, la storia di questa città passa anche e soprattutto dagli imperdibili sapori della Sicilia.

Acque smeraldo, fondali bassi e dorati. Avola offre alcune delle migliori spiagge per bambini in Sicilia. Sul lido di Avola si alternano tratti di spiaggia attrezzata a tratti di spiaggia libera, accessibile a tutti. Qui troviamo tanti ristorantini dove goderci pranzetti e cenette a base di pesce freschissimo.

Nell’antico borgo dei pescatori di Marina di Avola ammiriamo la tonnara, una delle numerose tonnare di ritorno, oggi dismesse, della zona. Nelle vicinanze potrai visitare le tonnare di Vendicari, Marzamemi, Capo Passero. Sono luoghi estremamente suggestivi, ricchi di fascino: non esitiamo a scattare tante fotografie!

A pochi minuti di auto dal paese troviamo la spiaggia dell’Oasi del Gelsomineto. Pace e relax sono assicurati. Si trova all’interno della Riserva Naturale di Cavagrande del Cassibile, una delle meraviglie della Sicilia, sia dal punto di vista storico, sia dal punto di vista naturalistico. 

Non ci resta che scoprirla insieme seguendo il nostro itinerario.

Condividi questo contenuto!

LOCALIZZAZIONE

LUOGHI

STAGIONI