Tutta da scoprire Catania, stimolante e contraddittoria, sfacciata di barocco opulento, ma ritrosa con l’incanto di luoghi che si mostrano inattesi. È così che troverete il teatro più antico della città: il complesso archeologico del teatro greco-romano e dell’odeon.

Teatro Antico Catania (Ph. Polo Regionale di Catania)

Nascosto nella zona ottocentesca di Catania, e testimone di epoche lontane, il teatro fu costruito nel I secolo d.C. su un preesistente edificio greco di cui sono state rinvenute, recentemente, delle tracce databili tra il V e il IV secolo a.C. e nel quale Alcibiade potrebbe aver pronunciato il famoso discorso ai Katanaioi per spingerli ad allearsi con Atene, contro Sparta e  Siracusa,  durante la guerra del Peloponneso.

La cavea (Ph. Polo Regionale Catania)

La cavea (Ph. Polo Regionale Catania)

Progettato per accogliere circa 7000 spettatori; raffinato, elegante, dotato di una scena decorata da colonne in marmo ed in seguito arricchita di nicchie e, grazie a stratagemmi visivi, con una percezione illusoria di una più vasta profondità; provvisto di un’orchestra dal diametro di circa 22 metri e di un’ ampia cavea dal diametro di 98 metri costituita da ventuno serie di sedili e divisa in settori da scale in pietra lavica; pensato affinché le acque del fiume Amenano venissero convogliate per dare vita a giochi d’acqua o per muovere gli ingranaggi meccanici delle scenografie: ecco, era questo il magnifico teatro che si presentava agli occhi della gente del tempo.

Il Teatro Antico di Catania (Ph. Polo Regionale di Catania)

Dopo la fine dell’impero romano l’edificio perse, purtroppo, prestigio e splendore tanto che i marmi che lo decoravano vennero utilizzati per la costruzione della cattedrale di Sant’Agata e, incredibilmente, fu nascosto da altri fabbricati.

Grazie all’illuminato principe Ignazio Paternò di Biscari ed agli scavi archeologici da lui voluti e diretti nel 1770, i fabbricati costruiti all’interno del teatro furono abbattuti, consentendo che il monumento ritornasse alla luce e riprendesse, in una certa misura, il suo aspetto originale.

L'Odeon di Catania (Ph. Polo regionale di Catania)

L’Odeon di Catania (Ph. Polo Regionale di Catania)

Leggermente più in alto del teatro, sul lato ovest, si trova l’Odeon, anch’esso di epoca romana, e con una  capienza di circa 1500 spettatori.
Caratterizzato da un originale architrave fatto da blocchi squadrati in pietra lavica, privo di un compito di sostegno ma puramente decorativo, qui si dava vita a spettacoli musicali, alla danza,  all’arte insomma, e vi si svolgevano, forse, le prove degli spettacoli che si sarebbero poi rappresentati nel teatro più grande.

Splendida abitudine che si è ripresa negli ultimi anni offrendo delle rappresentazioni estive che permettono al sito di riacquistare l’antica funzione di palcoscenico.

Informazioni:
Parco Archeologico e paesaggistico di Catania e della valle dell’Aci

Scopri di più con l’Audioguida di  izi.Travel audio tour

Guarda il trailer della ricostruzione virtuale del Teatro antico di Catania

MAPPA MUSEI REGIONALI IN SICILIA