Rosso, tondo e intensamente profumato. Croccante fuori e morbido dentro, il pomodoro di Pachino in bocca è un’esplosione di freschezza, polpa dolce e salata allo stesso tempo, che racchiude tutti i sapori della terra in cui nasce.

Il pomodoro di Pachino IGP non è una specie autoctona dell’isola, ma una varietà prelibata – o meglio due, Noemi e Rita, seguite poi da Lucinda e Shiren e altre ancora – ottenuta con un’accurata selezione non OGM da un’azienda israeliana, e introdotta in Sicilia.

Pomodori Pachino – ph. Paolo Barone

Solamente nelle campagne di Pachino e nelle punte più a sud della Sicilia, come Ispica, Noto e Porto Palo di Capopassero, questo pomodoro offre il meglio di sé: ciliegino, costoluto, datterino, tondo, ovale, liscio o a grappolo – è il protagonista di sughi, insalate, pietanze saporite e profumate.

In tutti i supermercati c’è questo “gioiello” apprezzato dai buongustai di tutto il mondo.

Pomodori essiccati al sole – ph. Paolo Barone

Sarà per la salinità dell’acqua per l’irrigazione, sarà per l’elevata esposizione al sole, per il vento, per la brezza marina o per l’alchimia di tutti questi elementi insieme, il nostro ortaggio ha eccezionali proprietà nutritive, antiossidanti e ricche di vitamine, di alto valore nella dieta mediterranea, riconosciuta nel mondo patrimonio immateriale UNESCO.

☑️  Sicilia. Sapori da non perdere