Sull’Etna coi bambini

L’Etna è imperdibile ed è indispensabile la visita ai crateri sommitali o la vista sulla valle del Bove in compagnia di una guida esperta. Le basi di partenza sono: ETNA SUD attraverso la strada che da Nicolosi ci porta al Rifugio Sapienza, a quota 1.920 m slm, ed ETNA NORD che da Linguaglossa attraverso la famosa strada Mareneve che ci porta fino a Piano Provenzana a quota 1810 mt slm.

Se scegliamo Nicolosi, sul versante Etna Sud, giunti al piazzale Rifugio Sapienza possiamo esplorare a piedi i crateri inattivi dei Monti Silvestri, o vivere la suggestione di un’eruzione vulcanica nella sala Cinesfera in 7D, all’interno della stazione di partenza della Funivia dell’Etna. La panoramica Funivia dell’Etna ci porta a quota 2500 circa e con lo stesso biglietto possiamo raggiungere in 4×4 fino alla quota più alta (circa 2700 mt slm) per proseguire a piedi in salita fino ai crateri sommitali, a quota 3.250 m circa, in compagnia di guide esperte. Chi non desidera salire in cima può divertirsi nei pressi di Piano Vetore. Vicino al Rifugio Sapienza infatti c’è il Parco Avventura: Etna Avventura Serra la Nave, con percorsi adatti a tutte le età.

A Nicolosi facciamo una visita al museo vulcanologico, Volcano House, dove si trovano anche attrazioni multimediali e interattive. Lungo la strada panoramica, percorribile in macchina, che conduce a quota 1.900 m, fino al Rifugio Sapienza, si diramano i sentieri natura del Parco dell’Etna con piccoli rifugi di legno e aree attrezzate per soste e picnic. Le passeggiate a piedi dei Monti Rossi, crateri e colline di lava nati dall’eruzione del 1669, sono adatte anche ai bambini piccoli perché non faticose. Qui c’é anche possibilità di divertirsi al Parco Avventura Monti Rossi

Se scegliamo di salire da Linguaglossa, sul versante Etna Nord, troviamo al Piano Provenzana dei grandi e divertenti bus fuori strada che tra un saltello e l’altro ci porteranno fino alla base dei crateri sommitali, a quota 3100 m circa. Da lì si prosegue a piedi ed in salita fino ai crateri sommitali raggiungendo quota 3250 m circa.

Andiamo al Parco Avventura Etna realizzato all’interno della pineta del Parco Scarbaglio a Milo, in provincia di Catania: una serie di percorsi acrobatici, passaggi sospesi tra gli alberi, ben 15 percorsi diversi e 2 pareti d’arrampicata metteranno alla prova il nostro equilibrio, la velocità, la capacità di superare ostacoli e la voglia d’avventura.

Parco Avventure sull'Etna -  Milo

Parco Avventura a Milo – Ph I. Mannarano

Il territorio dell’Etna è costellato di numerose aziende agricole e vinicole che aprono i loro cancelli per condividere con noi il contatto con la natura. Inoltre, possiamo anche decidere di fare una passeggiata in groppa ad un asinello o partecipare alla vendemmia.

Etna: un'escursione da fare in famiglia - Delpixel

Etna – escursione – Delpixel

Alle pendici dell’Etna, a Viagrande troviamo il Parco Monteserra: lì visiteremo un piccolo cono vulcanico ricoperto da macchia mediterranea, un bosco di querce, sentieri immersi nella natura e aree attrezzate. All’interno l’incantevole Casa delle farfalle: entriamo in una grande serra tropicale e conosciamo centinaia di farfalle libere di volare, dalle forme e colori più vari.

Divertimento assicurato per grandi e piccini ad Etnaland nei pressi di Belpasso (Catania), una vera e propria isola dello svago. Tutto l’anno con le attrazioni avventurose del Theme-park e nel periodo estivo spettacolari scivoli, attrazioni con gommoni e battelli, piscine, zone verdi e relax. Insomma divertimento per tutti con un’area attrezzata riservata ai più piccoli. Gli amanti della preistoria si troveranno nel bel mezzo di riproduzioni scientifiche di dinosauri e altre specie che hanno abitato il nostro pianeta 430 milioni di anni fa passeggiando lungo un percorso botanico.

Non perdiamo una bellissima avventura al Parco Fluviale dell’Alcàntara: scopriremo i canyon di origine lavica tra i più belli al mondo, con pareti basaltiche alte fino a 50 metri attraversate dal fiume Alcantara.

Gole dell'Alcantara - ph. Giuseppe Santoro

Gole dell’Alcantara – ph. Giuseppe Santoro

Attività fluviali ed escursioni guidate a cavallo, a piedi e in mountain bike in vari sentieri del parco ci legano intimamente con la natura.

Scopri di più 

A Catania coi bambini

A Catania c’è tanto da vedere e da fare: i musei, i palazzi d’arte barocca, i teatri, i giardini pubblici.

Partiamo dal Monastero dei Benedettini e improvvisiamoci come Indiana Jones piccoli archeologi con caschetti e palette alle prese con le attività di scavo, o infine impastiamo uova e farina nelle cucine benedettine e realizziamo biscotti e dolcetti alla maniera dei monaci del tempo.

bambini al Monastero dei Benedettini - Catania- ph. monasterodeibenedettini.it/

bambini al Monastero dei Benedettini – Catania- ph. monasterodeibenedettini.it/

Tramite la fiaba e il racconto, facciamo un viaggio nella storia del Castello Ursino, antica fortezza medievale, per conoscerne le curiosità, le architetture e i personaggi, o trasformiamoci all’interno della sua Pinacoteca in piccoli pittori, sperimentando con pennelli e pastelli.

Immancabile è un salto al Complesso Le Ciminiere, vecchie fabbriche di zolfo oggi adibite a moderni spazi espositivi, all’interno del quale meritano una visita il Museo dello Sbarco, ricostruzione degli ambienti e degli eventi dello storico sbarco in Sicilia del 1943 con effetti speciali e suggestive simulazioni interattive, e il fantastico Museo del Cinema, viaggio conoscitivo e sentimentale della “settima arte”.

Avendo poco tempo a disposizione, un giro veloce in trenino o in bus panoramico percorre le strade e i quartieri di questa città barocca dove predominante, nel basalto e nei decori degli edifici, è il colore nero della pietra lavica dell’Etna, che la sovrasta dall’alto.

Spostandosi poco fuori città arriviamo facilmente al Ludum di Misterbianco, il Museo della Scienza, dove adulti e piccini rimaniamo sicuramente coinvolti da illusioni ottiche, stimolazioni della percezione, giochi elettromagnetici e di meccanica, antichi e moderni.

E per finire, un salto da “mille e una notte” al Planetario di Zafferana dove i bambini possono avventurarsi in un incontro ravvicinato con le stelle e i pianeti.

A Catania, nell’antica bottega di marionettistica, assistiamo all’Opera dei Pupi dei F.lli Napoli.

Nella vicina Acireale, il Teatro dei Pupi di E. Macrì c’è anche un’interessante mostra, visitabile gratuitamente, con una collezione di ben 40 pupi e varie scenografie. Le opere dei Pupi più famose sono quella di Orlando e Angelica e quella delle imprese di Ruggiero.

A Enna coi bambini

Dopo la Villa romana del Casale di Piazza Armerina (Enna) proviamo l’emozione di rivivere l’atmosfera degli antichi romani a Romaland, un parco che affascina con un percorso labirintico tra i busti dei più importanti imperatori, la sorgente di Venere da cui nasce il piccolo Tevere che attraversa il parco, un’area con giochi tipici dell’Antica Roma, alberi parlanti che narreranno la storia del più grande impero che la storia abbai mai conosciuto.

Ed ora adrenalina al Parco Avventure di Regalbuto, al Lago Pozzillo, per grandi e piccoli. Percorsi di teleferiche e di planata libera con oltre 80 giochi tra ponti tibetani, nepalesi, reti, liane, tirolesi e molto altro. Ci sono anche 4 pareti di arrampicata.

Parco Avventura Pozzillo; Regalbuto (Enna) - ph. Patrizia Fundrisi

Parco Avventura Pozzillo; Regalbuto (Enna) – ph. Patrizia Fundrisi

Tanti percorsi di divertimento per bambini dai 3 ai 6 anni con forme di sicurezza dedicate. Qui non manca nulla: il relax nel magnifico lago Pozzillo ci attende.

lago Pozzillo - ph. Salvo Puccio

lago Pozzillo – ph. Salvo Puccio

A Palermo coi bambini

Anche a Palermo i bambini possono giocare con l’arte e la cultura! Sono tanti i musei che organizzano attività e percorsi: dal museo Diocesano alla Galleria d’arte moderna, dall’Ecomuseo del mare al Museo Gemellaro fino al Museo d’arte contemporanea di Palazzo Riso, e altri ancora.

Uno spettacolo per il divertimento di tutta la famiglia è l’opera dei Pupi, da anni patrimonio UNESCO. Quella dell’opera dei Pupi è una tradizione viva in tutta la Sicilia.

A Palermo è divertente il Museo internazionale delle Marionette Antonio Pasqualino, una collezione ricchissima di pupi e marionette provenienti da tutto il mondo.

Izi Travel audioguida

marionette da tavolo di Enrico e Andrea Baj by museo Pasqualino

marionette da tavolo di Enrico e Andrea Baj by museo Pasqualino

Per grandi e piccini il Festival di Morgana, dedicato alle Marionette, si svolge al museo a Novembre.

Altra cosa da vedere è il Laboratorio e il Teatro dell’Opera dei Pupi dell’Associazione Figli d’Arte Cuticchio.

Nella vicina Bagheria il Museo del Giocattolo e delle Cere Pietro Piraino è un salto nel passato tra bambole di porcellana, automi e vecchi giocattoli meccanici. Molte le occasioni di gioco e di festa in concomitanza dei festeggiamenti del Santo Patrono, o in generale di ricorrenze sacre e profane, in cui non mancano mai bancarelle di dolci e di giocattoli in tutta la Sicilia.

Scopri le Ville di Bagheria

Il Parco Avventure più vicino alla città di Palermo è Eco Campus Casaboli a Pioppo.

Adesso colori, colori e colori a naso all’insù! Il famoso Festival degli aquiloni a Cefalù (Palermo), di solito a settembre, e a San Vito Lo Capo (Trapani), di solito a maggio, è una esperienza bellissima! Il cielo si colora di multiformi aquiloni provenienti da tutto il mondo. Tante attività programmate per la settimana: street sea food con le specialità locali, concerti, lanci in parapendio, competizioni di surf e canoa, gare di nuoto, itinerari alla scoperta del territorio, a piedi, con il bus elettrico ed in barca, laboratori di costruzione di aquiloni per i bambini, e voli notturni con gli aquiloni.

Festival aquiloni San Vito Lo Capo Trapani

Festival aquiloni San Vito Lo Capo – Trapani

Esperienza da provare è il Parco avventura delle Madonie a Petralia Sottana, in provincia di Palermo: parco immerso in un bosco di castagni e pini con percorsi avventura adatti a tutte le età. Sarà bello attraversare il parco dall’alto attraverso diversi percorsi dai più facili ai più difficili superando i limiti della propria paura.

A Caltanissetta coi bambini

Vicino a San Cataldo (Caltanissetta), andiamo a divertirci al Parco avventura delle Antiche Solfare che sorge all’interno di un bosco di pini ed eucalipti sede della vecchia miniera di zolfo “Apaforte”. Qui avventurosi percorsi acrobatici e di tiro con l’arco.

A Siracusa coi bambini

Siracusa è città a misura di bambino. D’altra parte è la città di Archimede, scopritore dei principi della fisica e grande inventore. A Siracusa visitiamo il Tecnoparco Archimede, una struttura didattica e scientifica suddivisa in aree tematiche.

ballista - ph.tecnoparco-archimede.com

Ballista – ph.tecnoparco

Il Tecnoparco è indicato soprattutto per i ragazzi delle scuole medie ma anche i più piccoli hanno modo di divertirsi e di imparare qualcosa sulla fisica e sulla figura di Archimede. Il parco è a pochi metri dal Teatro Greco di Siracusa; è aperto tutti i giorni ma occorre prenotare. Ad Ortigia un’altra attrazione perfetta per i più piccoli: l’acquario!

Anche a Siracusa ci sono i pupi. La Compagnia dei Pupari di Vaccaro e Mauceri hanno il Teatro dei Pupi che fa rivivere i fasti di una forma teatrale antica e allo stesso tempo contemporanea, e il Museo Aretuseo dei pupi, nello storico palazzo Midiri-Cardona. Un piccolo gioiello a pochi passi da piazza del Duomo, che accoglie la collezione Vaccaro composta da pupi, marionette, scenografie, attrezzi e oggetti di scena.

Pronti per l’avventura e il divertimento al Parcallario, parco avventura a Buccheri, sempre in provincia di Siracusa: indossiamo l’apposito equipaggiamento e prepariamoci ad attraversare percorsi acrobatici sospesi tra gli alberi, ponti tibetani, teleferiche su carrucole, corde, reti e passerelle e percorsi anche adatti ai più piccoli in totale sicurezza.

Parcallario - Parco Avventura Iblei  - ph. parcallario.it

Parcallario – Parco Avventura Iblei – ph. parcallario.it

Altro Parco Avventura in provincia di Siracusa è il Cavapark Adventure a Rosolini dove oltre ai 10 percorsi propone attività acome l’arrampicata sportiva su vera roccia, l’escursionismo. l’archeo-trekking ed escursioni in mountain bike.

A Ragusa coi bambini

Da provare il trekking con gli asini a Monterosso Almo, in provincia di Ragusa: 5 km di sentiero nell’altipiano ragusano in cui cammineremo fianco a fianco dell’animale condividendo il cammino rispettando le sue pause e le sue esigenze.

asino ragusano – ph.robianni

Ad Agrigento coi bambini

Dedicato ai bambini è il Festival internazionale dei bambini nel mondo, che si tiene in occasione della Sagra del Mandorlo in Fiore (Agrigento), a febbraio, con esibizioni folcloristiche da parte di gruppi di bambini provenienti da varie parti del mondo uniti insieme per trasmettere valori di pace e solidarietà.

La Valle dei templi è anche dei piccoli: straordinarie scoperte archeologiche attendono ricercatori in erba. Grazie ai servizi educativi del Parco dedicati ai più piccoli è possibile partecipare gratuitamente a diverse attività condotte da un team di archeologi ed esperti in comunicazione museale per scoprire gli aspetti più belli della Valle e tutti i suoi segreti, partecipare ad un vero scavo archeologico e molto altro. Le attività per famiglie si svolgono la prima domenica del mese dalle 15.30 alle 18.30 a casa Barbadoro (sotto al tempio della Concordia). Le attività per le scuole si svolgono nel corso dell’anno, su prenotazione e comprendono diversi progetti: Dallo Scavo al Museo, Archeologo in Aula, Collige et Serva, Nea Akragas.

Scopri di più sulla Valle dei Templi per giovani esploratori audio tour izi.TRAVEL

Valle dei Templi, Agrigento

Valle dei Templi, Agrigento

visita alla Valle dei Templi, Agrigento

visita alla Valle dei Templi, Agrigento

Nei Monti Sicani agrigentini, esperienza emozionante è vivere il bosco di notte.
Il buio, lacerato solo dalle lampade frontali, ci danno la possibilità di cogliere suoni e odori che di giorno difficilmente percepiamo. Da scoprire i Marcati, antichi ricoveri per le greggi.

Monti Sicani - ph. Val di Kam Sant'Angelo Muxaro

Monti Sicani – ph. Val di Kam Sant’Angelo Muxaro

Nella zona balneare di Agrigento, a San Leone il Parco Giochi con giostre e giochi per grandi e piccoli.

Divertimento estivo anche nel parco Scivolandia, a Cammarata, provincia di Agrigento: piscina ad onde, animazione, balli di gruppo e tante attività sportive.

Un posto incantato dove il blu del mare si confonde con il cielo e il bianco della roccia è la Riserva naturale di Punta Bianca.

Punta Bianca – ph. Val Di kam Sant’Angelo Muxaro

Sempre ad Agrigento, adatto per i giovani è il quad tour tra luoghi affascinanti dal mare cristallino, passando per le colline dell’’entroterra della Sicilia fino alla bellissima città.

Merita una visita la splendida Sciacca e il suo Giardino incantato di Filippo Bentivegna, un grande giardino pieno di volti scolpiti sulla pietra. Il Giardino su TripAdvisor

castello incantato - ph. Giovanni Carollo

castello incantato – ph. Giovanni Carollo

A Trapani coi bambini

Adesso andiamo a Trapani e nei suoi dintorni. Cominciamo con l’Acqua Splash a Campobello di Mazara: scivoli, piscine, animazione sono una valida alternativa al mare.

Acquasplash - Campobello di Mazara - Trapani by TripAdvisor

Acquasplash – Campobello di Mazara – Trapani by TripAdvisor

Prendiamoci una pausa con i più piccoli dalla visita di Trapani e passiamo qualche ora al Bisbini Park: scivoli gonfiabili, giostre, show ed angoli allestiti a tema.
Un tuffo nella natura a Mazara del Vallo all’interno della Riserva Naturale Integrale del Lago Preola e Gorghi Tondi (WWF Italia): l’area naturale è fruibile tutto l’anno con la prenotazione. Andiamo in primavera e in autunno, quando diverse specie di avifauna acquatica giungono e nidificano tra i canneti nell’area.

In provincia di Trapani ci sono due Parchi Avventura: uno a Santa Ninfa (Parco Avventura Finestrelle) e l’altro ad Alcamo (Bosco D’Alcamo).

Buon divertimento.

Guarda anche qui www.trekandkids.it/