Un bel giro dell’isola per vedere i panorami è d’obbligo. Magari in scooter o in bici, perché Lipari è piuttosto grande (circonferenza 40 km). Saliamo sulla sua vetta più alta – il Monte Chirica (600 m.), ottimo punto d’osservazione di tutto l’arcipelago. L’isola ha diversi centri abitati: Lipari Centro, Piano Conte, Canneto, Quattropani, Acquacalda, Porticello. Ecco cosa non dobbiamo perdere.

Chiesa Vecchia di Quattropani. Da qui un panorama pazzesco, vediamo tutte le isole tranne Vulcano.
Al tramonto è il massimo, colori, profumi e pensieri silenziosi.

Chiesa Vecchia di Quattro Pani (Robianni)

Chiesa Vecchia di Quattropani (Ph. Rob-ianni)

Le Terme di San Calogero, il villaggio di Canneto ed Acquacalda, per chi ama isolarsi un po’, le Cave di pomice ed Ossidiana.

Cave di pomice (Ph. Robianni)

Cave di pomice (Ph. Robianni)

Una visita  inaspettata è quella del Castello di Lipari. Qui c’è la sede del Museo Bernabò Brea e del parco archeologico.

Il Castello (ph. Christophe Da Silva/ Pinterest)

Il Castello (ph. Christophe Da Silva/ Pinterest)

Storia e cultura millenaria spettacolare, una collezione di anfore e di maschere del teatro greco e altri reperti subacquei testimoni della gloria e della cultura del mondo greco sulle Eolie.

Collezione di anfore

Collezione di anfore

Ci sono due insenature naturali che fanno da punto di riferimento: Marina Lunga e Marina Corta. Il centro storico è un passatempo irresistibile: un’infinità di botteghe e caffè tra ripide salite e strette viuzze che offrono fino a tarda notte, musica dal vivo, leccornie. Da provare i bomboloni caldi con ricotta! Uno struscio molto vivo che arriva fino a Marina Corta, dove c’è l’approdo dei pescherecci, un piccolo borgo marinaro con una bellissima piazza e le barchette colorate dei pescatori. Posto ideale, come nelle vie del centro, per gustare una bella granita di gelsi con panna e brioche. Con le luci della sera l’atmosfera è proprio magica.

Lipari - Eolie

Lipari – Eolie – ph. A. Grano

Piccole strade di Lipari (Robianni)

Lipari (Robianni)

Prossime tappe: la Basilica Cattedrale Normanna, il Chiostro Benedettino e le antiche chiese dell’Immacolata Concezione, dell’Addolorata e delle Grazie.

Escursioni

Monte Guardia, Monte S. Angelo, Cappero-Semaforo e Pirrera – Forgia Vecchia, sede di uno dei vulcani spenti dell’isola.
Gita in barca con sosta ai faraglioni e alla Pietra del Bagno.

Approdi

Lipari è collegata con Milazzo, Messina, Reggio Calabria (estate), Palermo (estate) e Napoli. Vi sono due porti di attracco: quello di Marina Corta per le piccole imbarcazioni e quello di Marina Lunga per le navi e gli aliscafi, inoltre a Pignataro c’è un approdo per le barche da pesca e da diporto.