Il Laboratorio del Gusto dell’Itinerario n° 5 “Da Catania a Dittaino
→ 29 luglio, 19 agosto

 

La narrazione

Il Treno, partendo da Catania, si lascia alle spalle il primo Presidio Slow Food quello della “a Masculina da Magghia” con cui si tutela un tipo di pesca praticata in tutto il mediterraneo e nella specie nel golfo di Catania sin dai tempi di Omero. Da qui ci si immette nella piana di Catania, famosa per i suoi aranceti con prevalenza di Arancia rossa di Sicilia nelle qualità Tarocco, Moro e Sanguinello, ricche di antocianine, dalle spiccate proprietà antiossidanti e dagli alti valori nutrizionali. Si incontrano poi distese di campi seminati a grano, un tempo considerati il “Granaio di Roma” per la produttività dei terreni e la qualità di grano prodotto. La stazione di Dittaino serve tre paesi, Agira, Leonforte e Assoro, nel cui territorio si possono trovare i quattro Presidi Slow Food del territorio ennese: Le “Pesche nel sacchetto di Leonforte”, in quanto ogni frutto ancora verde, a giugno, viene racchiuso in sacchetto, la “Fava larga di Leonforte”, la “Lenticchia delle colline ennesi” e il “Piacentino Ennese”, pecorino unico nel mondo perché arricchito con lo zafferano. Fanno parte della tradizione dello stesso territorio i vari tipi di polenta siciliana (frascatula, picciotta, piciocia e maccu), pani votivi come quelli confezionati in onore di S. Giuseppe, alcuni dolci come la mostarda di fico d’india o di mosto, sostegno energetico ad una cucina povera, o come il bianco mangiare, la cui ricetta ci fu insegnata dagli arabi.


La degustazione
:

I prodotti scelti in degustazione per il Laboratorio del gusto sono tre. Uno di presidio, la Fava larga di Leonforte, presentata nel modo più semplice ma genuino, cioè “caliata”. Il secondo fa capo ad una Comunità Slow Food, quella dei grani antichi. Si faranno degustare a tale proposito due tipi di biscotti, uno realizzato con la Timilia e un altro con la Maiorca.  Infine verrà proposto un prodotto della tradizione di Agira assolutamente imperdibile, la “Cassatella”.

Torna a Itinerario 5 Treni del Gusto